5 forme di collaborazione con un blogger influente

, 27 Febbraio 2018

Puoi fare meglio che non offrire semplicemente a un blogger i tuoi prodotti o l’accesso gratuito ai tuoi servizi, sperando che scriva un articolo in proposito. Il marketing di Influenza rappresenta qualsiasi forma di marketing che si basi su dei leader di opinione, con l’obiettivo di promuovere un prodotto o un’offerta. Una strategia di influenza di successo riposa su diverse forme. Scoprilo in questo articolo!

La co-creazione di contenuto

O sei tu a creare il contenuto, o se ne occupa l’influencer, giusto? E invece no! Esiste una terza soluzione, quella della co-creazione di contenuto. È difficile scrivere un semplice articolo di blog insieme. Un webinar, un podcast, un eBook o un video istruttivo, invece, sono in generale contenuti facili da creare in partenariato con un influencer.

La co-creazione di contenuto puo’ diventare ancora più interessante nel settore del B2B. (Copyright foto: Rawpixel)

Che cosa ci guadagna il blogger influente? Ci guadagna il prestigio di lavorare con te, soprattutto se sei un marco di spicco, nonché la tua forza di impatto in termini di diffusione, o i tuoi mezzi di produzione di contenuto. Senza di te, l’influencer non avrebbe potuto creare il contenuto i questione, né proporlo al suo pubblico.

La sindacazione del contenuto o il guest post

Anche i media più in vista accettano a volte eventuali contributi esterni. Certo, non quando si tratta di articoli in merito al tuo ultimo lancio, sarebbe troppo facile. Una contribuzione di qualità su un tema ben preciso e ricercato può invece interessare un sito o un blog influente.

La tua impresa dispone di profili esperti, leader di opinione o carismatici? Sfruttali per la creazione di contenuto! (Copyright foto: Taylor Grote, Unsplash)

Si tratta di investimenti relativamente rischiosi, in quanto il processo di vendita può essere lungo e tortuoso, senza garanzie di successo reali. Per massimizzare le tue opportunità di successo, non chiedere semplicemente se il media accetta i guest post, ma includi fin dall’inizio un pitch sul contenuto che desideri pubblicare, insistendo sulla legittimità del suo autore.

Il contenuto sponsorizzato

È il tipo di collaborazione che garantisce i migliori risultati. Su YouTube e Instagram, capita spesso che gli influencer menzionino, mettano in mostra o addirittura utilizzino direttamente dei prodotti di marchio. Per quanto riguarda i blog è una pratica meno recente ma comunque in continuo sviluppo, con il ricorso sempre più frequente all’articolo sponsorizzato.

Questo tipo di pubblicità è abbordabile e soprattutto redditizia, in quanto garantisce traffico e visibilità verso il tuo dominio. Sei interessato? Allora ti invitiamo a consultare il nostro guest post dedicato all’articolo sponsorizzato: perché e come farvi ricorso. O ti consigliamo direttamente di affidarti a getfluence.com !

L’ambasciatore di marchio

Una collaborazione con un influencer è stata particolarmente soddisfacente, e ti ha offerto un traffico notevole? Allora perché non approfittarne fino in fondo, eleggendo l’influencer in questione ambasciatore di marchio o Brand Ambassador? In tal modo potrai approfittare della visibilità ottenuta sul lungo termine.

Col tempo, il tuo Ambasciatore di Marchio potrà diventare uno dei rappresentanti della tua impresa, e rendere il tuo marchio più umano. (Copyright foto: Rawpixel, Pexels)

[/caption]Dietro questo titolo un po’ pomposo si nasconde un ruolo più o meno formale. Si può trattare di un contratto se la collaborazione si approfondisce, in particolare con una clausola di esclusività.

L’organizzazione di un evento

Organizzi una cerimonia, una conferenza, una serata di lancio, un seminario, etc? Perché non approfittarne per instaurare un partenariato con un influencer famoso?

La presenza di un influencer famoso al tuo evento avrà l’effetto di una calamita presso partecipanti potenziali. (Copyright foto: Marcos Luiz Photograph, Unsplash)

[/caption]Rinforzando l’interesse del tuo evento, c’è da scommettere che l’influencer farà la promozione della sua presenza sul suo blog e/o sui social, proponendo ad esempio una ritrasmissione del suo intervento direttamente sulla sua pagina Facebook o Instagram. Questo è un esempio tipico di partenariato vantaggioso per entrambe le parti.

Il partenariato con un’altra azienda (il co-marketing)

Le frontiere fra influencer, blogger, media e marchi sono sempre più sottili. Molti influencer pretendono di sviluppare il loro marchio personale (personal branding), mentre gli annunciatori sviluppano la loro propria influenza.

Ecco perché un partenariato con un altro marchio può essere assimilato a del Marketing di Influenza. Se vogliamo possiamo chiamarlo co-Marketing di Influenza! Ogni marchio può cosi’ approfittare dell’impatto dell’altro, al fine di elargire il proprio raggio d’azione a un altro pubblico. Se i blog influenti realizzano spesso dei partenariati fra loro, i marchi più in vista sono ancora timidi in merito.

Per essere un vero accordo vincente per entrambe e parti, qualsiasi partenariato fra marchi influenti deve essere presentato da un comunicato stampa comune, ed essere diffuso dai canali sociali rispettivi delle de entità. (Copyright foto: Adidas)

Possiamo riassumere il co-Marketing di Influenza a una serie di semplici scambi di visibilità, come fa il servizio internet Moz (specializzato nella SEO), promuovendo altri strumenti utili. Può anche presentarsi sotto forma di una campagna ambiziosa, come il lancio di un nuovo paio di sneaker Adidas coi colori della BVG, la società che gestisce la metropolitana di Berlino. Successone garantito!

Il Marketing di Influenza sta appena nascendo. I Webmarketer sono incoraggiati a provare sempre nuove forme di partenariato per trovare quella che corrisponde meglio alla propria industria…e perché non inventarne di nuove!

Ultimi articoli